Oggi 28 Maggio 2024 siamo aperti 9.30 -19.30
Oggi 28 Mag siamo aperti 9.30 -19.30

LIUTO B. PARDINI, FIRENZE, SEC. XVIII

Inventario Museo Nazionale degli Strumenti Musicali
1196
Catalogo generale OA
1200065813
Famiglia
Strumenti a pizzico e plettro
Tipologia
LIUTO
Periodo / Anno
Sec. XVIII
Ambito Culturale
Italia, Firenze
Autore/Attribuzione
Bastiano Pardini
Materiali
Legno di ebano; avorio; madreperla.
Misure in cm. (largh./alt./lungh.)
69.8; 30; 14.7
Luogo di conservazione
Esposto in MNSM Palazzo Samoggia, Roma

Liuto costruito a Firenze da Bastiano Pardini nel XVIII secolo.

Il liuto ha 16 corde; il retro cassa ha 25 doghe di tasso più fasce; il retro del manico e la paletta sono in ebano filettati e bordati in avorio; al centro della tastiera, in una riquadratura, c’è una placca in madreperla probabilmente direstauro che impedisce il tocco delle corde; il retro del manico è ornato di striscioline alternate di ebano
e avorio. Due palline in avorio e legno sono a sostegno della tracolla. Si tratta forse dell’unico strumento noto del Pardini, liutaio fiorentino del sec. XVII, il cui stile sembra forse di scuola bresciana, sulla scia di Gasparo da Salò. La critica lo considera poco preciso nelle rifiniture, ma tale giudizio non è basato su esempi concreti e il liuto è di splendida e accurata fattura. (descritto e catalogato anche in L. Cervelli, “La galleria armonica”, pg. 277)