Oggi 29 Maggio 2024 siamo aperti 9.30 -19.30
Oggi 29 Mag siamo aperti 9.30 -19.30

PICCOLO LIUTO, ANONIMO, SEC. XVII

Inventario Museo Nazionale degli Strumenti Musicali
2614
Catalogo generale OA
1200065828
Famiglia
Strumenti a pizzico e plettro
Tipologia
LIUTO SOPRANO
Periodo / Anno
Sec. XVII
Ambito Culturale
Italia
Autore/Attribuzione
Anonimo
Materiali
Legno di acero; legno di noce; legno di ebano; avorio; budello;
Misure in cm. (largh./alt./lungh.)
14.7; 7.8; 35.5
Luogo di conservazione
Esposto in MNSM Palazzo Samoggia, Roma

Liuto soprano di autore anonimo realizzato in Italia nel XVII secolo.

Il liuto soprano è di piccole dimensioni. Il piano armonico è ornato di rosetta intagliata a traforo; la cordiera termina con piccoli riccioli e le doghe sono di legno scuro filettate di legno più chiaro; il resto del manico è ornato di striscioline d’avorio e il retro della cassa è a 11 doghe in acero tinto con filettature di acero naturale. Il manico è in noce con filettature in avorio. Ha 6 cori di 5 corde doppie più una semplice con 7 tasti di budello. Lo strumento va considerato un raro esempio di “klein-octavlaute”, secondo la terminologia usata da M. Praetorius e da altri studiosi, cioè il tipo di liuto di più piccole dimensioni. Non è plausibile che si tratti di mandolino milanese con cavigliere sostituito, in quanto lo strumento non sembra presentare manomissioni o interventi successivi. (descritto a catalogato anche in L. Cervelli, “La galleria armonica”, pg. 275)