Oggi 21 Maggio 2024 siamo chiusi
Oggi 21 Mag siamo chiusi

MANDOLINO (MANDOLA) A 6 CORI, BENEDETTO GUALZATTA, ROMA, 1679

Inventario Museo Nazionale degli Strumenti Musicali
366
Catalogo generale OA
1200065803
Famiglia
Strumenti a pizzico e plettro
Tipologia
MANDOLINO A 6 CORI
Periodo / Anno
Sec. XVII, 1679
Ambito Culturale
Italia, Milano
Autore/Attribuzione
Benedetto Gualzatta
Materiali
Legno di acero; legno di ebano; avorio; madreperla
Misure in cm. (largh./alt./lungh.)
15.7; 9.3; 57.5
Luogo di conservazione
Esposto in MNSM Palazzo Samoggia, Roma

Mandolino a 6 cori prodotto in Italia dal costruttore Gualzatta nel 1976.

Il mandolino milanese ha una tastiera splendidamente ornata di madreperla graffita con inseriti dei tasti in avorio, a 6 corde doppie. l piroli, il profilo del cavigliere e la piastra quadrata in cima al cavigliere sono in osso. La cassa è a 14 doghe di ebano filettate in avorio più le fasce; il retro della cassa è a 11 doghe in acero filettato di osso più le fasce. Sull’autore dello strumento si hanno poche notizie: viveva a Roma attorno al 1620 e costruiva per lo più liuti. Gli unici suoi strumenti conosciuti sono una chitarra portoghese della Collezione Crosby Brown a New York (n.144) e un mandolino quasi identico a quello qui in esame, custodito al Museo di Zurigo. (catalogato e schedato anche in L. Cervelli, “La galleria armonica”, pgg. 276 – 277)