Oggi 21 Maggio 2024 siamo chiusi
Oggi 21 Mag siamo chiusi

TROMBA MARINA, ANONIMO

Inventario Museo Nazionale degli Strumenti Musicali
1277
Catalogo generale OA
1200065872
Famiglia
Strumenti ad arco
Tipologia
MONOCORDO / TROMBA MARINA
Periodo / Anno
Sec. XVII
Ambito Culturale
Italia
Autore/Attribuzione
Anonimo
Materiali
Legno
Misure in cm. (largh./alt./lungh.)
29.5; 19; 189.5
Luogo di conservazione
Esposto in MNSM Palazzo Samoggia, Roma

Tromba marina di autore anonimo costruita in Italia nel XVII secolo.

Il monocordo (o tromba marina) è strumento di antiche origini; in un primo tempo era di dimensioni più piccole e veniva suonato impugnandolo con il fondo rivolto verso l’alto. In seguito crebbe di dimensioni fino a dover essere poggiato con la base in terra e suonato inclinato, col cavigliere poggiato sulla spalla sinistra dell’esecutore. Caratteristico è il ponticello che poggia su un solo piedino mentre l’altro vibra liberamente sfiorando il piano armonico e comunicando così le vibrazioni alla cassa, all’interno della quale in esemplari settecenteschi possono trovare posto fino a cinquanta corde che vibrano per simpatia. L’archetto strofina la corda sempre nel tratto fra il punto tastato dalla mano ed il capotasto. Il corpo è dogato a sei facce con piano armonico piatto; termina con una base larga semipoligonale e senza fondo; il manico lungo e senza tasti termina con un cavigliere che mostra al suo apice una testina di bue scolpita e regge un unico pirolo per la sola corda di cui è armato. Esemplari con la cassa dogata a sei facce come questo sono rari; uno si essi trova al Museo di Basilea. (descritto e catalogato anche in L. Cervelli, “La galleria armonica”, pg. 210)