Oggi 21 Maggio 2024 siamo chiusi
Oggi 21 Mag siamo chiusi

CLAVICEMBALO HANS MÜLLER, NORIMBERGA 1537

Inventario Museo Nazionale degli Strumenti Musicali
1840
Catalogo generale OA
1200066011
Famiglia
Strumenti a tastiera
Tipologia
CLAVICEMBALO
Periodo / Anno
Sec. XVI; 1537
Ambito Culturale
Germania
Autore/Attribuzione
Hans Müller
Materiali
Legno di cipresso; legno di abete; legno di frassino; legno di acero;
Misure in cm. (largh./alt./lungh.)
77; 152.8; 62.6
Luogo di conservazione
Esposto in MNSM Palazzo Samoggia, Roma

Clavicembalo prodotto in Germania dal costruttore Hans Müller nel 1537.

Il clavicembalo, concepito senza astuccio e senza gambe, presenta fregi d’intarsio e intaglio ai bordi della cassa; la rosa è traforata nel piano armonico; è uno strumento traspositore. Il ponticello verso il somiere è di restauro, come i saltarelli. Si tratta del più antico clavicembalo tedesco che si conosca e il suo autore è registrato come “clavichordienmacher” nel libro degli scabini di Lipsia nel 1543. Nonostante il suo costruttore sia tedesco, il cembalo presenta numerose caratteristiche italiane nella forma della cassa, nelle volute ai lati della tastiera, nei profili molto decorati; differisce invece dalla tipologia italiana per il fatto che è concepito senza astuccio o “cassa levatora” e lo si potrebbe classificare come “no inner router” secondo la terminazione creata da Hubbard, cioè assolutamente privo di alcun elemento che suggerisca un astuccio. La cassa è in abete con impiallacciatura esterna in frassino ungherese e interna in acero. Il piano armonico è in cipresso con una rosa traforata. Consta di 44 tasti placcati in acero e quercia tinta e non vi è traccia di pedali, essendo uno strumento da tavolo. (L. Cervelli, Per un catalogo degli strumenti musicali a tastiera del Museo degli Strumenti Musicali, in “Accademie e Biblioteche d’Italia” Anno XLIV, nn. 4-5, 1976, pp.310/311; descritto e catalogato anche in L. Cervelli, “La galleria armonica”, pg. 225)