Oggi 21 Maggio 2024 siamo chiusi
Oggi 21 Mag siamo chiusi

LIUTO TIORBATO CON MARCHIO SM FINE SEC. XVI

Inventario Museo Nazionale degli Strumenti Musicali
1
Catalogo generale OA
1200065830
Famiglia
Strumenti a pizzico e plettro
Tipologia
LIUTO TIORBATO
Periodo / Anno
Sec. XVI
Ambito Culturale
Italia
Autore/Attribuzione
Anonimo
Materiali
Legno; legno di ebano; legno di tasso; avorio
Misure in cm. (largh./alt./lungh.)
31.7; 16; 106
Luogo di conservazione
Esposto in MNSM Palazzo Samoggia, Roma

Liuto tiorbato di autore anonimo prodotto in Italia nel XVI secolo.

Il liuto tiorbato mostra un piano armonico ornato da una rosetta intagliata a intreccio geometrico e da cordiera con piccoli cartigli; il manico è in ebano con numerose profilature d’avorio e intarsio a piccoli rombi sul fronte e sul retro, come pure sul retro di ambedue i caviglieri, dei quali l’inferiore è ad angolo retto mentre il superiore è dritto ed ha una sagoma a gradini sul bordo inferiore. Lo strumento è di scuola italiana, come attestato dall’analisi stilistica e da frammenti di carta all’interno del corpo con brani stampati in lingua italiana. Infatti, le strette e numerose doghe di legno di tasso di cui è costituito il corpo e la decorazione a piccoli rombi d’ebano e avorio sul manico e sul cavigliere sono particolari tipici dello stile rinascimentale italiano. La presenza di bordoni raggruppati a gruppi di tre, di lunghezza scalante e con un piccolo capotasto per ogni gruppo sul cavigliere diritto, lo rende un esemplare raro, quasi unico. Due quadri di Gerard Terborch (1617/ 1681), uno dei quali presente alla National Gallery e l’altro alla Kassel Gallery di Londra, ci offrono la testimonianza iconografica di uno strumento dello stesso tipo. Eppure nessun museo risulta possedere un esemplare analogo.